home

home

La “Regola – Comunione Famigliare” è il risultato istituzionale della millenaria interazione fra noi, genti del Cadore-Comelico e l’ambiente difficile ed affascinante dell’area dolomitica in cui viviamo.
Da sempre compito delle “Regole” è quello di gestire ed amministrare i beni collettivi, individuati e divisi per paese-frazione con riferimento agli atavici nuclei famigliari che vi abitano e il territorio di riferimento; prati e campi nei fondovalle; boschi e pascoli in alto, fino alle pendici delle Dolomiti.
Il forte e secolare rapporto simbiotico degli abitanti con il territorio ha permesso la conservazione e la valorizzazione dell’ambiente naturale che contradistingue le aree del Cadore -Comelico, malgrado il venir meno del ruolo dell’ agricoltura di montagna quale fonte di sostegno economico.
E’ in continuità con lo spirito di questo sodalizio Uomo – Natura che la Regola Comunione Famigliare di Dosoledo ha ritenuto di valorizzare nuove energie (i nostri Artigiani) e saperi antichi (la Tradizione del lavoro di materiali autoctoni) lavorando a mani incrociate (tredici le ditte regoliere che collaborano) per raccogliere le sfide del mercato globale.
L’eccellenza del legno dei nostri boschi, la pietra dei nostri fiumi, il gusto per l’antico mobile di montagna, il sapere dei nostri padri: tutto questo è ” Regola d’Arte ” alla Fiera di Longarone in occasione di Arredamont.
Regola di Dosoledo